Il figlio di febbraio PDF

Antondemarirreguera.es Il figlio di febbraio Image

DESCRIZIONE

Dopo Gennaio di sangue, la nuova indagine dell'ispettore Harry McCoy. «Irresistibile... con un carico emotivo difficile da ignorare» – Daily Mail «Un avvincente Tartan Noir che si legge tutto d'un fiato» – Scotsman McCoy sorrise tra sé e sé. Non capiva se fosse lo speed o soltanto il buonumore, ma a volte Glasgow l'amava davvero tanto. Sono trascorse poche settimane da quello che è passato alla storia come il Gennaio di Sangue, e la violenza è di nuovo all’ordine del giorno per le strade di Glasgow. Un serial killer ossessionato da Elaine Scobie, figlia di un gangster locale, ha ucciso brutalmente il fidanzato della ragazza, incidendogli sul petto un macabro messaggio. Il rientro al lavoro dopo un breve congedo non potrebbe essere più complicato per Harry McCoy: in città sono sbarcate nuove droghe, che portano un nuovo tipo di violenza in una società già corrotta. La scia di morti sembra non fermarsi. E il passato di McCoy torna prepotente, rimbalza da un ritaglio di giornale, evoca ricordi terribili, chiede una resa dei conti che non si può più rimandare. Dopo «Gennaio di sangue», il cinico ispettore scozzese torna ad affrontare se stesso e gli altri in un gioco teso e disperato che rischia di essergli fatale.

DATA 2019
ISBN 9788845299353
NOME DEL FILE Il figlio di febbraio.pdf
DIMENSIONE 10,61 MB
AUTORE Alan Parks
Leggi il libro di Il figlio di febbraio direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di Il figlio di febbraio in formato PDF sul tuo smartphone. E molto altro ancora su antondemarirreguera.es.

Figlio febbraio bompiani - Espriweb

Scheda film Il figlio di Chucky (2004) - Streaming | Leggi la recensione, trama, cast completo, critica e guarda trailer, foto, immagini, poster e locandina del film diretto da Don Mancini con Jennifer Tilly, Redman, Hannah Spearritt, John Waters

Il figlio di febbraio - Giunti

Editore Bompiani / Collana Anno 2019 Genere Thriller 432 pagine - brossura e epub Traduzione di Marco Drago Il passato ci imbriglia. Ci incatena. Lo fa con un filo lungo, che non impedisce di muoverci o di andare avanti ma che comunque ci obbliga a non separarcene. Per quanto gli voltiamo le spalle e ci ostiniamo a guardare altrove con tenacia, basta una minima tensione o scossone per farci ...

LIBRI CORRELATI