Così parlò il nano da giardino PDF

Antondemarirreguera.es Così parlò il nano da giardino Image

DESCRIZIONE

Da quando i signori Luposki hanno deciso di costruire una pensione per cani nel terreno davanti a casa, per i gerbilli è giunta l'ora di migrare, onde evitare morsicotti e altri fastidiosi dispetti. Inizia cosi per i piccoli roditori la lunga marcia, epica e sgangherata, verso la Terra promessa: quel Gerbido Nuovo tanto decantato dal malinconico nano Gongolo. La diffidenza si vince con un gioco di parole, un agguato si fronteggia grazie alle "furbate" lette nei libri, e alla fine del viaggio tocca affrontare anche uno spaventapasseri depresso, costruito e poi abbandonato da un ragazzino un po' speciale. La curiosità dei gerbilli per tutto ciò che li circonda è forte, specialmente quando le parole prendono vita e si attorcigliano alla realtà creando un mondo giocoso, sempre in bilico tra ciò che è bene sapere e ciò che è bello immaginare. Una favola per tutti ironica e giocosa - in versione illustrata - dove una scalcagnata comitiva di spaventapasseri, nani, bambini e gerbilli, cerca disperatamente un'isola felice. In questa nuova edizione la favola è illustrata dai disegni di Guido Pigni.

DATA 2010
ISBN 9788806204129
NOME DEL FILE Così parlò il nano da giardino.pdf
DIMENSIONE 8,11 MB
AUTORE Margherita Oggero
Leggi il libro di Così parlò il nano da giardino direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di Così parlò il nano da giardino in formato PDF sul tuo smartphone. E molto altro ancora su antondemarirreguera.es.

Così parlò il nano da giardino - Paperblog

Così parlò il nano da giardino. Una favola per tutti ironica e giocosa - inversione illustrata - dove una scalcagnatacomitiva di spaventapasseri, nani,bambini e gerbilli, cerca disperatamenteun'isola felice.

Blog Letterario: Così parlò il nano da giardino

Un movimento che afferma di voler liberare i nani e invece li strappa con violenza al loro habitat e poi li abbandona in boschi sperduti e inaccessibili. I nani da giardino (caso mai qualcuno non lo ricordasse) sono molto sensibili. I nani da giardino, anche se non sembra, sono creature delicate».

LIBRI CORRELATI